“Il Coretto” – Esposizione dei quadri di Valeria Ferrari con il pianista Valfrido Ferrari

Category: News

ASSOCIAZIONE MUSICALE ENTE MORALE  “IL CORETTO” – BARI 51° STAGIONE CONCERTISTICA 2017

Guida all’ascolto a cura del prof. raffaele pellegrino presso: CIRCOLO UNIONE “SALA DELLE MUSE” – VIA ALBERTO SORDI – BARI –ORE 20,30 (INIZIO ORE 21,00) giovedi’ 30  novembre 2017

PIANISTA  VALFRIDO FERRARI

DEDICATO A G. GERSHWIN ANNIVERSARIO DELL’80° ANNI DALLA MORTE ESPOSIZIONI DI QUADRI DELL’ARTISTA VALERIA FERRARI

Curriculum vitae  Valfrido Ferrari

Ha concluso gli studi pianistici ottenendo il massimo dei voti e la lode con la preziosa guida del Maestro Angelo Schirinzi, perfezionandosi in seguito sotto l’alto magistero del Maestro Michele Marvulli.

Nel 1975 è stato chiamato da Nino Rota a ricoprire la cattedra di Pianoforte principale  presso il prestigioso Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” di Bari, che il famoso Maestro dirigeva, ricoprendo la stessa fino al pensionamento avvenuto nel 2012.

Successivamente è stato invitato a tenere vari corsi di perfezionamento in Italia ed all’estero.

E’ stato inoltre docente  per oltre 15 anni del corso di “Alto Perfezionamento per duo pianistico” presso l’Accademia musicale di Pescara, dove si sono formati “duo pianistici” di rilevanza internazionali.

Dall’a.a. 2004/05 all’a.a. 2011/2012 è stato docente nei corsi accademici di primo e secondo livello presso il Conservatorio N. Piccinni di Bari.

Dal 2008 è Vice Presidente della Fondazione Concerti Niccolò Piccinni di Bari nonché Direttore Artistico e Direttore principale del Piccinni Ensemble della stessa Fondazione, gruppo che ha già effettuato esibizioni in varie città d’Italia ( Bari, Lecce, Brindisi, Avellino, Arezzo, ecc..).

Vincitore di molteplici premi in concorsi nazionali ed internazionali, quali “Taranto”, “Alessandria”, “Belgrado”, “Casagrande”, “Franz Liszt”, ed altri, ha tenuto concerti ed effettuato numerose registrazioni per emittenti radiotelevisive di Stato sia italiane che estere.

Concertista sensibile, ha esteso le sue esperienze interpretative in varie formazioni cameristiche, (Duo, Trio, Quartetto, Quintetto), collaborando con prestigiosi artisti di fama internazionale.

In duo pianistico con Gianna Valente ha suonato per prestigiosi enti concertistici in diverse nazioni, avendo in repertorio esecuzioni integrali per duo pianistico di Mozart, Clementi, Debussy, Beethoven, Ravel, Brahms ed altri.

Dopo la presentazione al teatro alla Scala di Milano, avvenuta con i pianisti Canino-Ballista, in prima mondiale ha eseguito l’imponente concerto per due pianoforti e orchestra di Luciano Berio.

Ha inoltre ampliato il suo bagaglio artistico dedicandosi, in questi ultimi anni sempre più attivamente, alla Direzione d’Orchestra, i cui studi  ha perfezionato con il Maestro Donato Renzetti, riscuotendo ovunque successi dal pubblico e lusinghieri consensi dalla critica musicale.

E’ stato invitato ad esibirsi più volte, in qualità di solista, di direttore d’orchestra e di direttore-solista, per importanti Enti in varie nazioni fra le quali Svizzera, Yugoslavia, Romania, Francia, Corea del Sud, Irlanda e Turchia; ha collaborato  più volte con l’Orchestra Sinfonica di Bari, con l’Orchestra Sinfonica della Rai di Napoli, con l’Orchestra Sinfonica di Lecce, di Belgrado, di Timisoara in Romania, di Adana in Turchia ed altre ancora.

Dal 2012 suona stabilmente in duo pianistico con Beatrice Zoccali.

PROGRAMMA :

Isaac Albéniz  –   Sevilla

-Aragon

-Cantos de Espana op.232 (Cordoba – Orientale –

Sous le palmier –               Cordoba – Seguidilla

******

. Gershwin –        Swanee

-‘S Wonderful

The man i love

Rhapsody in blue

Questa sera assisteremo ad un incontro speciale. Speciale in quanto non si incontreranno semplicemente un padre ed una figlia nel nome e per conto delle loro dimensioni artistiche, quali musica e pittura, ma si intrecceranno anche e soprattutto due mondi  distanti tra loro nel tempo. Il mondo di 2 musicisti che hanno segnato con le loro composizioni l’universo musicale nel passato e, l’interpretazione di quel mondo attraverso il filtro della contemporaneità pittorica della figlia del maestro Valfrido Ferrari , la pittrice Valeria Ferrari. Isaac Albeniz e George Gershwin trascendono così il tempo e la musica per arrivare a descrivere indirettamente una dimensione a loro quasi parallela anche se apparentemente così lontana e differente.Valeria Ferrari non solo cerca di interpretare e tradurre il loro linguaggio musicale attraverso un sentiero fatto di colori ed ​immagini astratte, ma si pone soprattutto come obiettivo quello di creare nella sua essenza un ponte temporale, una sorta di “trait d’union” tra il passato ed il presente,tra la musica appunto e la pittura, cercando quello che nella fisica moderna chiamano “wormhole” una sorta di congiunzione universale che unisce due punti nello spazio, distanti tra loro nel tempo.

BIOGRAFIA VALERIA FERRARI

Valeria Ferrari nasce l’8 dicembre 1988 a Bari dove vive e lavora. Inizia piccolissima gli studi di arte e musica e frequenta il conservatorio N. Piccinni studiando violoncello. Al contempo segue corsi di ceramica e disegno. Dopo la maturità scientifica si iscrive alla facoltà di psicologia frequentando in seguito alcuni master di “ipnosi”, “modellamento simbolico” e di “lettura del disegno infantile”. Continuando a rivolgere il suo interesse all’arte in tutte le sue forme, crea insieme all’artista Anna Guerriero la prima collezione di “Gioielli D’Arte” , piccoli acquerelli realizzati in argento e mosaico di vetro proveniente dalle Antiche Fornaci di Murano. Con queste opere dà vita alla sua prima mostra nel 2010 –“ARCUS CAELESTIS VENETIAE”-nella galleria “Divisione Arte” a Bari. Durante il vernissage realizza una performance che prevede una lettura sinestetica tra colori, suoni e immagini video, Inducendo così lo spettatore a seguire dei percorsi unici e personali attraverso installazioni create sempre dall’artista, che diventano parte integrante dell’opera stessa. Il suo lavoro prosegue realizzando nel 2013 una nuova mostra a Venezia nella Basilica del Frari ,nell’importante “ Sala del Capitolo” dove insieme ai “Gioielli d’Arte” espone il seguito dei suoi lavori, grandi pannelli realizzati in mosaico di vetro. Nel 2015 realizza una mostra personale dal titolo “ VIOLENCE” presso il club “MAD” a Bari che la vede tra l’altro protagonista con il violoncello elettrico in una performance musicale live. Nel 2016 partecipa all’evento “SAVE THE BEAUTY”, evento dedicato alla violenza sulle donne, con un intervento di ACTION PAINTING presso il Palazzo Roberti di Mola di Bari . Anche questo evento segue un percorso multisensoriale dove il pubblico assiste alla realizzazione dell’opera nel momento stesso in cui viene creata, agendo in sinergia con musicisti, poeti e scrittori presenti. Nell’estate 2016 collabora con il progetto “TRITONO”, una rassegna di eventi che prevede la presentazione di progetti musicali originali ed inediti e che vede nell’opera pittorica di Valeria Ferrari la massima espressione del concetto di sperimentazione, creando così una contaminazione di significati tra Musica, Arte e Ambiente. Nel novembre 2016 espone le sue opere in una mostra personale per l’inaugurazione del Dexter Club a Bari, locale di interesse culturale. Successivamente nel dicembre 2016 espone al Fix It Live a Bari sempre con una sua mostra personale molto apprezzata dal pubblico. A gennaio 2017 l’artista Valeria Ferrari collabora per una performance che unisce musica e pittura – attraverso le visioni musicali di Isaac Albeniz e George Gerswin –in sinergia con un concerto per pianoforte del padre Valfrido Ferrari . Collaborazione questa che trova molti consensi per il suo originale e creativo format. Espone nuovamente le sue opere a Bari da marzo 2017 con una mostra permanente nella bellissima residenza storica “Villa Massimini-Losacco”.

Vincitrice del Premio dalla Critica per il “Concorso Internazionale Michelangelo Buonarroti” nell’edizione del 2017 con il suo trittico -L’Eco del Silenzio -dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Successivamente espone ancora con una mostra personale dedicata alle donne, dal titolo SAVE THE BEAUTY nell’incantevole cornice di Cisternino in Puglia, nello spazio della storica Torre Civica. Espone ad Ostuni in agosto 2017 presso il palazzo Tanzarella sede del Museo civico e delle Civiltà Preclassiche con la sua mostra I COLORI DELL’UNIVERSO, ispirata e dedicata a suo nonno, noto fisico, servendosi della sua personale ed innovativa tecnica pittorica che l’artista Valeria Ferrari ama definire – PITTURA NON DUALE.

In ultimo in ottobre 2017 viene chiamata a partecipare con le sue opere al “Primo Festival della Cooperazione Internazionale” ad Ostuni dove propone la sua nuova mostra intitolata “THE BODY CAGE” – dedicata alle disabilità , al vigore femminile e all’importanza dell’uso della mente sopra ogni vincolo, fisico e mentale.

CAMPAGNA PROMOZIONALE ABBONAMENTI

PER NR.  10 CONCERTI

ABBONAMENTO INTERO EURO  50,00

ABBONAMENTO    RIDOTTO CRAL-OVER 65   EURO  40,00

ABBONAMENTO RIDOTTO DEL 50%    STUDENTI FINO A 25  ANNI  EURO 25,00

BIGLIETTO SINGOLO CONCERTO   EURO   10,00

PREVENDITA SOLO PRESSO LA SEDE DEL CORETTO IN VIA ARGIRO NR. 8- BARI PER INF. E PRENOTAZIONI TEL. 080.5218411-3396669049

Fonte: https://www.vivilavitainpuglia.it/il-coretto-esposizione-dei-quadri-di-valeria-ferrari-con-il-pianista-valfrido-ferrari/